FORMAZIONE IN GELSIBACHICOLTURA: ESTATE 2020

informa

INNOVAZIONE, QUALITÀ, TRACCIABILITÀ IN GELSIBACHICOLTURA PER LO SVILUPPO DI FONTI INTEGRATIVE DI REDDITO PER LE AZIENDE AGRICOLE

CORSO GRATUITO gelsibachicoltura per imprenditori agricoli del Veneto

Dal 22 giugno al 20 luglio
Lunedì e giovedì

Corso E-learning in aula virtuale, in modalità ONLINE
Riservato a: titolari, coadiuvanti, partecipi familiari e salariati agricoli…
> Scopri di più

CORSO Gelsibachicoltura in Calabria presso il Nido di Seta

Sabato 11 e domenica 12 luglio
Sal Floro (CZ)

Iniziativa realizzata in collaborazione con CREA-AA – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, con la partecipazione della Dott.ssa Silvia Cappellozza del laboratorio di gelsibachicoltura di Padova…
> Scopri di più

SEMINARIO ONLINE Veneto Agricoltura
Colture innovative: il caso bachicoltura

1-2-3 luglio
FORMAZIONE A DISTANZA per tecnici e consulenti

Priorità di accesso ai consulenti che operano per conto degli Organismi di Consulenza della Misura 2 del PSR della Regione Veneto.
Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria…
> Scopri di più

PER MAGGIORE INFORMAZIONE

Gruppo Operativo PEI-AGRI SERINNOVATION
Informazioni tecnico-scientifiche: Tel. 049 620205
Ufficio Stampa: Tel. 0424 525856 – 349 0721920 – E-mail: info@serinnovation.it

Copyright © SERINNOVATION 2020, All rights reserved.

PASA DI SEDICO (BL): BACHI DA SETA A VILLA ZUPPANI

Visite guidate su appuntamento

I nostri bachi da seta sono “al lavoro” in Villa Zuppani, a Pasa di Sedico (BL).
Per visite guidate su appuntamento:

  • Contattateci al 348 0158810 (Oscar)
  • Quando: le visite si svolgono di mattina (Lu-Ma-Gi-Ve)
  • Dove: Villa Zuppani a Pasa di Sedico (BL)
  • Durata: 45 minuti
  • Costo: € 3,00/persona (€ 2,00/persona per gruppi min. 5)

Da un’iniziativa diCantiere del Baco by Cantiere della Provvidenza & Cantiere Verde
In collaborazione con: CREA-AA – Centro di Ricerca per l’Agricoltura e Ambiente, laboratorio di gelsibachicoltura di Padova.

 

Immagine


Parlano del Cantiere del Baco 2019

Servizio di Telebelluno del 19/07/2019

 

CORSI GRATUITI DI GELSIBACHICOLTURA: VICENZA & ROVIGO

Riservati a: titolari, coadiuvanti, partecipi familiari e salariati agricoli

a VICENZA e ROVIGO – settembre/ottobre 2019 

Corsi realizzati nell’ambito del progetto SERINNOVATION in collaborazione con CIPAT e CREA-AA – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, laboratorio di gelsibachicoltura di Padova.


PRATICHE INNOVATIVE IN GELSIBACHICOLTURA

Contenuti:
– Metodologie e tecniche di coltivazione e di potatura utilizzate nel gelseto ad indirizzo biologico
– L’allevamento del baco da seta: il ciclo biologico del baco, le “buone pratiche” e le metodologie innovative, le soluzioni ecocompatibili, tecniche di meccanizzazione
– Tracciabilità e certificazioni
– Organizzazione centralizzata della filiera e reti d’impresa
– Le prospettive concrete di impiego in vari settori merceologici

Docenti:
CREA-AA – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, laboratorio di gelsibachicoltura di Padova
ICEA – Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale

Per informazioni:
Cipat Veneto, tel. 041 929167 – info@cipatveneto.it

Per iscrizioni:
Compilare la scheda di adesione e inviare al Cipat Veneto.


VICENZA

Calendario lezioni:
tutti i lunedì
dal 9 settembre al 21 ottobre
Orario: 18.00 / 22.00

Lunedì 30 settembre è prevista una visita didattica al Laboratorio di gelsibachicoltura di Padova

Sede:
Agriturismo Villa Corona
Strada di Bertesina, 53 – Vicenza

> Scarica il PROGRAMMA e il MODULO di ISCRIZIONE (Vicenza)


ROVIGO

Calendario lezioni:
tutti i mercoledì
dall’11 settembre al 23 ottobre
Orario: 18.00 / 22.00

Lunedì 30 settembre è prevista una visita didattica al Laboratorio di gelsibachicoltura di Padova

Sede:
Agriturismo Corte Carezzabella,
Via Guglielmo Marconi , 752 – San Martino di Venezze (RO)

> Scarica il PROGRAMMA e il MODULO di ISCRIZIONE (Rovigo)


 

Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014 – 2020
DGR N. 2175 del 23/12/2016 – Misura 1.1.1 “Azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze”
Focus Area 2A – attivati nell’ambito del P.A.GO ai sensi del Tipo di intervento 16.1.1 Progetto SERINNOVATION
Dimostrazione d’innovazione, qualità, tracciabilità in gelsibachicoltura per lo sviluppo di fonti integrative di reddito per le aziende agricole

COMO TRA LE CITTA’ CREATIVE UNESCO PER LA SUA TRADIZIONE SERICA

museo-della-seta-como-1024x768-2-2

Dal 17 giugno, c’è l’annuncio ufficiale:  la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco ha deciso all’unanimità disostenere la candidatura di Como nella “Rete delle Città Creative” dell’Unesco per il settore “Craft & Folk Art” e in particolare per la Seta. A darne notizia il Comune di Como e il Comitato promotore “Como e Seta” soddisfatti per aver ottenuto il sostegno che rappresenta il primo obiettivo nell’iter che porterà ad inserire Como nella rete delle Città  Creative Unesco.

Il Consiglio Direttivo della Commissione riunito il 13 giugno ha vagliato, con una rigida selezione, le numerose candidature di diverse città italiane e ne ha identificate quattro, oltre a Como, Bergamo, Biella e Trieste  – continua il comunicato del comitato  – che concorreranno ora a partecipare al processo di valutazione internazionale che porterà l’Unesco a designare le nuove città nell’UCCN, Unesco Creative Cities Network, per la Call 2019.  Il Comune di Como e il Comitato promotore “Como e Seta” esprimono quindi soddisfazione per l’ammissione alla selezione internazionale e confermano il massimo impegno per la candidatura che, se ottenuta, avrebbe ricadute positive per l’intera comunità locale e darebbe a Como un prestigioso riconoscimento mondiale.

Como è l’unica città al mondo che ha un Museo della Seta dove è documentato il ciclo completo di lavorazione del tessuto di seta dal baco alla nobilitazione. E’ l’unico centro con una scuola di Setificio fondata addirittura 150 anni fa, esattamente nel 1868, che promuove corsi unici. Ed è il solo distretto dove la filiera industriale della seta è presente dal primo all’ultimo passaggio prima di portare il preziosissimo tessuto nelle sartorie delle più conosciute e importanti griffes della moda mondiale.

Immagine

Molte iniziative sono state portate in affiancamento alla candidatura di Como, la più importante a febbraio quando una rappresentanza comasca con il Sindaco Landriscina, ha organizzato una cena di gala alla sede Unesco di Parigi, serata in cui è stata presentata la tradizione serica lariana unitamente alla qualità della gastronomia locale


Cos’è il network delle Città Creative Unesco? Guarda il video

“SGAETADA”: IL 9 GIUGNO PRESSO AGRICOLA BERNARDO (PD)

sgaetada_2019-3-680x400

A Massanzago (PD) in via Molino Baglioni la prima decade di giugno è caratterizzata da un evento che rinnova una antica tradizione che si chiama spelaiatura,  che deve’essere fatta rapidamente  una volta che i bachi da seta sono andati a bosco, pena il danneggiamento dei bozzoli.

In tanti tra volontari, amici e parenti di Lino Bernardo, presidente della rete agricola Setica, si ritrovano in un’atmosfera conviviale a “sgaetare” i bozzoli presso l’Agricola Bernardo.

Armandosi di pazienza e di altrettanta allegria, ciascuno dovrà togliere uno ad uno i bozzoli maturi dalle rastrelliere, separando quelli morti o malformati dai sani, e successivamente togliendo lo strato esterno che li ricopre, che serve per fissare il bozzolo al bosco durante la sua salita.

Lino Bernardo è presidente della Rete di Imprese Agricole Bachicoltura Setica  che partecipa al progetto Serinnovation, sostenuto in ambito del PSR Veneto 2014-2020 (Misura Cooperazione).


Per maggiori informazioni sul progetto SERRINNOVATION: 
Gruppo Operativo PEI-AGRI SERINNOVATION
Tel. 0424 525856 – 349 0721920
info@serinnovation.it – www.serinnovation.it

SERINNOVATION: NEWSLETTER MAGGIO 2019

INNOVAZIONE, QUALITÀ, TRACCIABILITÀ IN GELSIBACHICOLTURA
PER LO SVILUPPO DI FONTI INTEGRATIVE DI REDDITO PER LE AZIENDE AGRICOLE

Incontri formativi sulla gelsibachicoltura

Organizzati a Dignano (UD) da ERSA FVG in collaborazione con il CREA di Padova

martedì 21 e venerdì 24 maggio

– Ciclo biologico e allevamento del baco da seta
– Gelso: fisiologia, varietà, tipi d’impianti, cure colturali
– Locali d’allevamento, macchine e attrezzature
– Patologie del baco da seta, gelso e problematiche relative agli insetticidi utilizzati su colture limitrofe ai gelseti
– Filiere produttive

> Scopri di più

AMore e Seta

Una giornata interattiva dedicata al Baco da Seta e al Gelso

Padova, sabato 1 giugno 2019
Museo Esapolis – Via dei Colli, 28

Programma e attività
– Esposizione unica di bachi da seta dal vivo di varietà rare e che filano anche bozzoli colorati
– Dimostrazioni dal vivo con esperti di trattura e torcitura della seta e tradizioni.
– Visite guidate al gelseto
– Laboratori di trattura dei bozzoli
– Laboratori creativi con i bozzoli (creazione di piccoli “gioielli” e pupazzetti con i bozzoli di seta).
– Esposizione varietà di gelso
– Esperienze di bachicoltura sociale

ore 15:00-17:30: Conferenza in Sala Malesia 

> Scopri di più sul programma dell’evento

A Cartigliano un allevamento di bachi e una mostra dedicata alla Seta

Seta – il filo d’oro dal Celeste Impero alle Terre Venete

dal 19 maggio al 2 giugno 2019 – Cartigliano (VI)
Inaugurazione: domenica 19 Maggio ore 10:00

> Scopri di più

Presentazione libro e inaugurazione mostra “Morârs e galete”

Gelsi e bachicoltura hanno salvato la nostra gente – Fagagna (UD)

Venerdì 17 maggio ore 18:00: presentazione libro e inaugurazione mostra
Mostra visitabile dal 17 maggio al 30 giugno 2019 

> Scopri di più

SCOPRI DI PIU’ SU SERINNOVATION
Gruppo Operativo PEI-AGRI SERINNOVATION
Informazioni tecnico-scientifiche: Tel. 049 620205
Ufficio Stampa: Tel. 0424 525856 – 349 0721920 – E-mail: info@serinnovation.it

www.serinnovation.it

Copyright © SERINNOVATION 2019, All rights reserved.

BACOMANIA: PER NON PERDERE IL FILO.

59928892_1923221201115993_608481945403260928_n

La gelsibachicoltura , oltre a far parte del territorio lariano, continua a risvegliare memorie familiari e nuovi entusiasmi. Infatti, é stato presentato ieri 8 maggio al Museo della Seta di Como il progetto “#bacomania”, in occasione del mese della bachicoltura.

“La bacomania è esplosa in città nel 2018 – spiega Francesca Paini, presidente della cooperativa sociale Tikvà- quando al Museo della Seta sono stati allevati alcune migliaia di bachi e poi è stata dedicata al tema un’intera sala con un’installazione multimediale che ha attirato e divertito moltissimi visitatori, turisti e comaschi”. E aggiunge: “Con il nostro mese di eventi cerchiamo di capire, anche con il censimento di tutti i gelsi lariani con la georeferenziazione, se la gelsibachicoltura ha una sostenibilità come fattore di promozione soprattutto a sostegno di economie fragili come imprese agricole e cooperative di inserimento lavorativo dei disabili».

Il progetto, uno dei tanti con cui Como si candida a diventare Città Creativa Unesco per la seta, coinvolge il mondo della scuola e ha come partner e sponsor una lunga serie di enti, associazioni, sindacati, esercizi commerciali e ristoranti coinvolti in vari modi. Tra questi, il Museo della Seta e la Fondazione Volta.


Per maggiori informazioni, segui il progetto su Facebook

ARRIVA IN TV E IN EDICOLA ECOFUTURO

gaia@morenotomasetig

Uno dei progetti di grande rilevanza presentato nella galassia di iniziative di Ecofuturo Festival è indubbiamente quello per il rilancio della filiera della seta in Italia, sradicata dal dopoguerra nel nostro paese.

Tra le grandi notizie che riguardano Ecofuturo, c’é quella della nuova rivista, un bimestrale. Troverete il numero 0 in edicola da maggio.

Altra grande notizia é la serie di otto puntate di una trasmissione televisiva che vede protagoniste le ecotecnologie per fermare il riscaldamento del clima, l’inquinamento e vivere meglio. Saranno distribuite attraverso il circuito di emittenti di Fox Production & Music e attraverso ilFattoQuotidiano.it, oltre a tutta la rete web e social di Ecofuturo. La prima puntata che é andata in onda il 13 aprile é stata girata proprio al  Fenice Green Energy Park di Padova che anche quest’anno ospiterà dal 25 al 29 giugno 2019 il Festival Ecofuturo, giunto alla sua sesta edizione.

Qualità dell’ambiente e baco da seta sono inseparabili. Infatti, ricordiamoci che il baco da seta é un’ottimo indicatore biologico perché segnala il danno chimico dell’ambiente in cui vivono, attraverso due segnali: l’alta mortalità nel caso dei pesticidi e attraverso i residui che si possono riscontrare nei loro corpi, o nei prodotti dell’allevamento, nel caso degli antiparassitari e di altri agenti inquinanti.


Per rivedere la puntata sulla Via etica della seta a Ecofuturo Festival 2015, seguite questo link

GELSIBACHICOLTURA E COOPERAZIONE SOCIALE: NASCE IL COORDINAMENTO

setacoop1I bachi piacciono alle cooperative sociali. Sembra una battuta, e invece è vero: la prova è che a febbraio è nato -presso Federsolidarietà Confcooperative – il Coordinamento tecnico per lo sviluppo della filiera della gelsibachicoltura.

Al coordinamento (che fin dalla sua prima riunione si è aperto ad altri enti no profit) aderiscono ad oggi 19 realtà e si propone di sostenere lo sviluppo delle attività di gelsibachicoltura come risorsa per lo sviluppo locale e la coesione sociale. Per fare ciò il coordinamento si propone di:

  • Sostenere lo scambio di buone prassi tra chi si occupa di gelsibachicoltura;
  • Acquisire e condividere conoscenze e competenze di filiera: dalla sostenibilità ai nuovi prodotti, dalle tecniche di allevamento a quelle di produzione di filati e in ogni altro ambito connesso;
  • Favorire sinergie di filiera;
  • Consolidare le opportunità di mercato interno e di posizionamento su mercati esterni;
  • Favorire la partecipazione in rete a bandi e finanziamenti;
  • Facilitare le relazioni con organismi nazionali e internazionali.

In fase di avvio la funzione di referenza del Coordinamento è assunta dalla Cooperativa sociale Tikvà – Economie Territoriali Inclusive di Como, che è stata promotrice del coordinamento stesso e che fa da riferimento per chiunque voglia avere più informazioni o aderire al progetto.


Per maggiori informazioni: Francesca Paini: frapaini@gmail.com – 333.44.44.893

LA VIA EUROPEA DELLA SETA

via europea della seta1

Il 3 Luglio 2018 si è tenuta a Venezia, presso l’Università Ca’Foscari, la prima riunione di coordinamento del Comitato Scientifico del progetto “la Via Europea della Seta”, sostenuto dalla Città di Venezia. La finalità di tale iniziativa è quella di creare un network culturale che connetta l’Europa all’Asia, partendo dal percorso seguito da Marco Polo nei suoi viaggi verso l’Oriente e comprendendo anche i luoghi di produzione e commercializzazione della seta in Europa nei secoli successivi.

La missione di tale comitato è la ricostruzione di un quadro storico/geografico su come la produzione e il commercio della seta abbiano influenzato l’identità dell’intero continente europeo. Oltre a proporre un percorso, è compito del comitato definire i criteri di inclusione per le città che vorranno aderire al network e produrre il dossier scientifico per la domanda di certificazione dell’itinerario.

Il mercoledì 27 febbraio, si terrà a Vicenza un incontro organizzato dal Comune di Vicenza insieme al Consiglio d’Europa sul tema “VIA EUROPEA DELLA SETA: BACHICOLTURA E INNOVAZIONE”.

Per maggiori informazioni, vedi qui la locandina dell’evento.


Per info e iscrizioni: giovanni.giuliari@coe.int

> European Silk Route – Obiettivi e Concetto


> Scarica il depliant “Itinerari culturali del Consiglio d’Europa”