C’E CHI PENSA A NATALE E AL PANETTONE CON FARINA DI BACO DA SETA

download

Addio alla ricetta tradizionale del panettone di Natale. Dal 2015 esiste ormai il panettone con farina di baco da seta! Infatti, si chiama “Pan seta” ed è stato  ideato da Marco Ceriani, esperto di nutrizione e benessere, fondatore della start-up Italbugs di Lodi.

Provocazione?  Sembra proprio di no. Secondo la Fao, l’organizzazione mondiale per l’alimentazione e l’agricoltura, nel consumo di insetti si trova una delle risposte alla necessità di sfamare un pianeta sempre più affollato che ha bisogno di cibo ricco di proteine e con un impatto ambientale minore.

«Una nostra peculiarità è lo studio del baco da seta, di cui l’Italia è stato il secondo produttore al mondo – spiega Ceriani -. Sono convinto che riprendere questo tipo di allevamento comporterebbe un recupero del territorio, visto che si nutre solo di gelsi, e della produzione della seta. Nel nostro laboratorio ci occupiamo anche di grilli, cavallette e di un insetto simile al baco da seta, il Mopane worm, presente e consumato in Zimbabwe».

Ma in che cosa consiste, nel dettaglio, questa farina proteica? Il baco da seta, in quanto ancora allo stato di larva, è praticamente utilizzato nella sua interezza e ridotto in polvere dopo adeguati controlli, per ottenere una farina con il 70% di proteine.

“La sfida è stata quella di utilizzare questa farina per un prodotto lievitato – afferma Ceriani –. Ricavarne biscotti o simili può risultare relativamente semplice, la cosa più complicata da ottenere è la lievitazione. Sperimentando con il pasticcere Jacopo Scudieri siamo arrivati a un impasto composto per il 15% da farina di baco da seta e per l’85% da farina 00”. A questo punto la lavorazione resta la stessa di un panettone della tradizione artigianale. Il composto, dopo aver riposato per tre giorni, è pronto per essere infornato.

Quanto al gusto, con questo tipo di lavorazione e queste percentuali,  sembra che esso non venga intaccato particolarmente. Ciò che resta del sapore del baco da seta, dice chi ha assaggiato, è soltanto un retrogusto di vaniglia.


italbugs_farmer_association

Annunci

SERICYNE: SETA E STAMPA 3D NATURALE

sericyne_Con il suo know-how univoco una piccola impresa francese tutta al femminile sta sviluppando un nuovo materiale, Silk Sericyne. Si tratta di una seta naturale non tessuta a partire dalla quale due giovane ragazze creano oggetti in 2D e 3D, essenzialmente  per il mercato del lusso, adottando un approccio B2B (1).

Clara Hardy (designer) e Constance Madaule (ingegnere agricolo) sono le due co-fondatrici di Sericyne. Si sono incontrate alla fine dei loro studi, si sono piaciute e hanno capito che potevano fare qualche cosa di nuovo e innovativa insieme. Nel 2015 hanno deciso di creare la loro azienda – Sericyne – con sede commerciale a Parigi.

sericyneNella realizzazione del loro progetto, che vede ogni anno la creazione di una nuova collezione, Clara et Constance sono circondate da artigiani, ingegneri e progettisti appassionati e da una squadra di bachicoltori che lavoro esclusivamente per loro nell’impianto di produzione che si trova nel sud della Francia. Esso è passato da 40 mq nel 2016 a 400 mq nel 2017.

Un progetto da seguire! Anche Le Monde ne parla.

Prima di lanciare Sericyne, Clara ha lavorato con agenzie di design di un certo nome a Parigi, Londra e anche in Asia. Constance ha fatto varie esperienze in Africa e presso i prestigiosi laboratori di ricerca di Harvard.


(1) Business-to-Business o B2B indica le relazioni che un’impresa detiene con i propri fornitori per attività di approvvigionamento, di pianificazione e monitoraggio della produzione, o di sussidio nelle attività di sviluppo del prodotto, oppure le relazioni che l’impresa detiene con clienti professionali, cioè altre imprese, collocate in punti diversi della filiera produttiva. (Wikipedia)

 

 

 

 

 

ELENCO DI MUSEI DELLA SETA

MuseoBacoSetaVisto che molti insegnanti ci chiedono se esiste un elenco di musei dedicati al baco da seta o alla seta, troverete qui di seguito un primo elenco.

Se siete a conoscenza di altre realtà museali, grandi o piccole, legati al tema, non esitate a farci sapere. Anche il vostro feedback sulle vostre visite e grado di apprezzamento delle realtà visitate sono di nostro interesse.

Buone visite!


Museo del Baco da Seta Via della Seta n.23/6 San Giacomo di Veglia – Vittorio Veneto (TV)

Vittorio Veneto (TV):

http://www.museivittorioveneto.gov.it/museo_del_baco_da_seta.html

https://www.industriabacologica.it/

San Florio (CZ)

http://www.nidodiseta.com/it/museo

Como (CO)

http://www.museosetacomo.com/

Mendicino (CS)

http://www.museodellaseta.com/

Abbadia Lariana (LC)

http://www.museoabbadia.it/

Meldola (FC)

http://www.comune.meldola.fc.it/cultura/museobaco/museo.html

Garlate (LC)

http://www.museosetagarlate.it/

Padova (PD)

http://www.micromegamondo.com/it/musei-e-parchi/esapolis

Malo (VI)

https://www.museialtovicentino.it/musei/patrimonio-industriale/84-museo-dellarte-serica-e-laterizia.html

Caraglio (CN)

http://www.filatoiocaraglio.it/filatoio.php

Racconigi (CN)

http://www.filatoiocaraglio.it/filatoio.php

Soncino (CR)

http://www.museionline.info/comuni/museo-della-seta-di-soncino

Bologna (BO)

http://www.museibologna.it/patrimonioindustriale/galleria_immagini/54201