GELSIBACHICOLTURA E RETE D’IMPRESA

contratto-di-reteAnche in agricoltura, e nel nostro caso specifico in gelsi-bachicoltura, si può fare rete. Infatti è quello che sta proprio succedendo in Veneto in queste settimane con l’avvio di una rete agricola per il rilancio e lo sviluppo della Via della Seta secondo criteri etici (prezzo giusto) e di qualità.

Fare una rete di imprese significa fare un accordo di collaborazione tra imprese e formalizzarlo con un contratto di rete. E’ un modello di business alternativo che lascia anche autonomia soggettiva a ciascuna impresa della rete.

Le imprese che si riuniscono in una rete stabiliscono degli obiettivi comuni, come:

  • collaborare nell’ambito delle rispettive imprese;
  • scambiare know-how o prestazioni industriali, commerciali, tecnologiche;
  • esercitare in comune attività di impresa.

Nella definizione di tali obiettivi, la legge prevede ampia autonomia contrattuale di adattamento degli obblighi giuridici.

Le reti di imprese possono:

  • avere un fondo patrimoniale comune e un organo comune e, in tal caso, ottenere il riconoscimento della soggettività giuridica iscrivendosi al Registro Imprese;
  • partecipare alle gare dei bandi pubblici, secondo le regole stabilite dalla Determinazione n. 3 del 23 aprile 2013.

Perché fare una rete di imprese?

La rete di imprese può consentire alle piccole e medie imprese di superare gli ostacoli derivanti dai limiti dimensionali e di raggiungere una massa critica per migliorare la propria competitività, salvaguardando però la propria individualità. In particolare:

  • incrementare produttività e competitività;
  • condividere conoscenze e competenze;
  • sviluppare maggiore potenzialità innovativa, creatività e dinamicità;
  • facilitare l’internazionalizzazione e inserirsi in nuovi mercati;
  • certificare la qualità del proprio processo produttivo;
  • razionalizzare i costi di gestione.

È quindi uno strumento che, creando sinergie, genera valore per ciascuna azienda che vi partecipa e sviluppo per il territorio in cui opera.
Come si fa una rete?

Per formare una rete di imprese è necessario:

  1. trovare altre aziende con cui condividere degli obiettivi comuni;
  2. formulare un programma che definisca ambiti, risultati attesi, strumenti, organizzazione e budget: è fondamentale definire con chiarezza le attese sul ritorno economico e come distribuirlo fra i diversi partner;
  3. individuare la forma giuridica più adatta (rete-contratto o rete-soggetto) e stipulare un contratto di rete tra le parti con valore di atto pubblico o scrittura privata autenticata, da depositare presso la Camera di commercio competente.

 

Per le imprese interessate, si consiglia di leggere questa nota sulla disciplina del contratto di rete agricola


 

Reti di impresa e e-commerce agroalimentare: dal 20 al 28 febbraio si potranno presentare domande per credito d’imposta
(17.02.2017)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...